Osteopatia

L’origine

slide

L’osteopatia, o più precisamente MEDICINA OSTEOPATICA, è una scienza medica che ha più di cento anni di vita. Nasce nel diciannovesimo secolo negli USA, grazie ad una intuizione del medico statunitense A.T. Still.
Egli per primo intuì i rapporti tra lo stato di salute ed equilibrio funzionale dell’insieme delle strutture corporee. Sin dal 1940 è riconosciuta dalla medicina americana, negli ultimi anni anche in Francia ed in Inghilterra. In Italia risulta al primo posto della graduatoria nell’elenco delle discipline di medicina alternativa in attesa di riconoscimento.

 

I criteri

osteopatia-copiaL’osteopatia si basa su criteri assolutamente scientifici, sull’accurata conoscenza dell’anatomia e della fisiologia umana. Non è una pratica invasiva, non richiede somministrazione di farmaci e sostanze o l’utilizzo di mezzi fisici di altro tipo.
Le tecniche di medicina osteopatica si basano su manipolazioni, pressioni e sollecitazioni manuali del corpo al fine di generare reazioni delle parti stimolate. Essa mira alla restituzione della “mobilità” delle zone del corpo ipomobili, determinando così un miglior funzionamento del sistema osteo-muscolare, del sistema nervoso centrale, e circolatorio.

 

 

Quando ricorrere alla medicina osteopatica?

Facendo un elenco dei campi di applicazione, per quanto lungo, si rischia sempre di essere limitativi:

– Nelle patologie vertebrali  (cervicalgie, lombalgie, sciatalgie, scoliosi).

– Nelle patologie traumatiche.

– Nelle cefalee di varia natura.

– Nelle patologie compressive (es. sindrome del tunnel carpale).

– Nella gravidanza (con aspetti preventivi sullo sviluppo e sui traumi da parto).

– Nella pediatria

– Nelle patologie croniche dell’apparato muscolo scheletrico.

Numero di sedute necessarie: da 1 a 10 (a seconda della gravità del problema)

Durata di una seduta: 45-50 min

Rückenmanipulation